Farina di semi di lino La Lioda

11,00

Farina di lino: un’ottima alternativa ai semi

Per favorire la digestione e l’assorbimento a livello intestinale dei semi di lino, è meglio lasciarli ammorbidire qualche ora nell’acqua: il loro rivestimento esterno, detto corteccia, risulta un po’ troppo duro da masticare. In compenso, la farina che ne deriva racchiude tutti i nutrienti contenuti nel chicco, con il vantaggio di poter essere aggiunta o sostituita agli ingredienti delle preparazioni domestiche più comuni, dal pane ai biscotti, fino alle torte da credenza. Il suo colore, tendente al giallo scuro (con sfumature nocciola più o meno accentuate, a seconda della varietà dei semi) la rende simile alla farina di ceci, da cui si distingue per la granulometria più spessa e la texture untuosa: basta farla scorrere tra le mani per avvertire la presenza della componente grassa. Quanto alla consistenza, potremmo paragonarla a quella densa e compatta della farina di castagne; in effetti, nei lievitati entrambi i prodotti vengono solitamente diluiti con acqua, latte o estratti di frutta per evitare di appesantire eccessivamente l’impasto.

Si può anche utilizzare come sostituto dell’uovo, per addensare

Ingredienti

20 g di semi di lino

60 g di acqua

Strumenti:

Tritatutto

Per prima cosa, versate nel tritatutto i semi di lino e frullateli fino a ridurli in farina. Poi trasferite la farina di lino in una ciotola e unitevi l’acqua.

 

Ecco l’uovo!

A questo punto, lasciate riposare il composto per 10 minuti fino alla formazione di un composto gelatinoso: ecco pronto il vostro uovo vegano che potete aggiungere ai vostri impasti dolci (torte, muffin, plumcake) o salati (burger, polpette, impasti per torte salate) con funzione di legante e per dare maggior struttura.

Descrizione

La cooperativa La Lioda,si  occupa prevalentemente della raccolta e della trasformazione di piante medicinali locali: piante spontanee soprattutto, oltre a qualche altra coltivata.

 

Le zone di raccolta sono quelle del Cadore e delle vicinanze, dove la natura si manifesta ancora nella sua più bella espressione.

 

Le piante che coltivano, come calendula, santoreggia montana, issopo, salvia, altea, menta piperita, ribes nero, ecc., non subiscono trattamenti perché seguono metodi naturali di coltivazione e non utilizzano pesticidi o prodotti fertilizzanti di sint esi.

Informazioni aggiuntive

Peso 1.0 kg

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Farina di semi di lino La Lioda”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.